Chi Siamo

Interno-Tiny-Cars

Enrico Sardini all’interno di Tiny Cars

La passione guida le nostre vite, ne ho avuto la certezza quando ho realizzato di aver veramente deciso di aprire Tiny Cars.

Io sono Enrico Sardini, classe 1964.
Della mia infanzia ho ricordi abbastanza confusi, odori, qualche abbraccio, una notte con la febbre, tranne che per le automobili di mio padre, una Lancia Flavia prima serie, molte Opel coupé, di cui ricordo tutto, quasi ne percepisco ancora la presenza sotto casa. Incredibile.
Naturalmente arrivarono le macchinine, tante, ero figlio unico, un po’ viziato, allora Politoys e Mebetoys a decine, al risveglio dalla operazione alle tonsille bruciore in gola ma una Oldsmobile Toronado della Politoys portata dal nonno!

Enrico Sardini da piccolo

Enrico Sardini da piccolo

Col tempo i modellini diventarono prima tantissimi, migliaia, poi vari ripensamenti, il “tradimento” con altre passioni trasversali, la casa allora che si riempiva di lattine di birra, miniassegni, anche calendari Pirelli, dépliant di varie case automobilistiche.

Una vita passata a scovare vecchi negozi nascosti nelle pieghe di città anche molto lontane. Quanti commercianti mi hanno portato con sospetto nei loro magazzini, scoprendomi tesori polverosi, che il vostro piccolo archeologo ha salvato da probabili piccole mani distruttrici che prima o poi avrebbero brandito quelle piccole macchine indifese.

Arrivarono le borse scambio, le prime all’Hotel Executive, a Garibaldi, o a Torino. Conobbi molti personaggi, storia del modellismo italiano, che sarebbe troppo lungo descrivere ora, magari lo farò più avanti, nel sito.

Enrico Sardini nel 2005, a caccia di obsoleti

Enrico Sardini nel 2005, a caccia di obsoleti

Ricordo le visite ai negozi, allora niente internet, la vita era fisica, di virtuale solo i sogni, si prendeva il tram e si andava da Zeppelin, o dall’Emilio, tornare col sacchetto pieno era una gioia immensa, dopo ore di ripensamenti, nel luccicante salone del negozio di macchinine.

La sera, la migliore acquistata finiva sul comodino, prima del sonno, se la coscienza lo consentiva, non sempre studiavo quanto necessario!
Le auto vere hanno impegnato spesso le mie finanze a discapito di quelle piccoline, ma sono sempre tornato sui miei passi, come dicevo qui sopra la passione guida le nostre vite.

Studio architettura, svolgo ovviamente varie professioni, generalmente orientate nella sfera dell’impiantistica industriale, affascinante sicuramente, ma nel tempo poco remunerativa, soprattutto nel campo delle soddisfazioni personali.
Arrivano tempi di cambiamenti radicali, poi si accende una fiamma, sempre più chiara e rassicurante. Aprirò Tiny Cars!

Enrico Sardini nel 2005 con un "ricco bottino"

Enrico Sardini nel 2005 con un “ricco bottino”

L’occasione si presenta pochi anni fa, in realtà la gestazione è lunga, di fatto riesco a rilevare un patrimonio di notevole valore, la tradizione e l’impegno dell’amico Emilio, mio predecessore, che ancora oggi ci raggiunge nelle cene del venerdì.
Colgo l’occasione per ringraziarlo a nome di tutti noi per il tempo che ci ha dedicato, per le mille informazioni che ci ha trasmesso. Per i modellini che ci ha trovato.
Tiny Cars sarà quindi molto più di una bottega, è un cespuglio con radici profondissime.
Innanzitutto i modelli che troverete saranno tantissimi, ovviamente delle più note marche presenti oggi, in tutte le scale possibili, certo, la produzione è oggi sconfinata, non posso tenere tutto, ma con l’ausilio del mio nuovo computer faremo assieme un salto nella rete per scovare quello che manca nella vostra vetrina. Tutto prima o poi si riesce a trovare, ve lo dice il collezionista di lunga data questo! Ci penserò poi io a portarle a casa.
È inoltre mia intenzione avere tantissimi modelli magari usciti da molti anni, reperendoli continuamente presso fondi di magazzini, borse scambio, collezioni in mobilità ecc.
La mia meta è farvi trovare ogni giorno, quando verrete a trovarmi, qualcosa di nuovo, o di vecchio, se volete, questa è la prima missione di Tiny Cars.
Avrete quindi macchinine a volontà, ad ogni prezzo possibile, da pochi euro a cifre più importanti. Ognuno voglio che possa uscire dal negozio col suo sacchetto pieno di modellini, come facevo io, appunto.
Oggi sono di moda le comunità virtuali, le condivisioni, schiacci un tasto e dai o chiedi l’ amicizia, bellissimo, le distanze fisiche o mentali sono oggi azzerate, ma io rimango figlio di un’ altra epoca, quella delle strette di mano, delle discussioni. A otto anni giravo in bici con gli altri bambini sotto casa, mi piace condividere ma con le persone che mi guardano negli occhi, quindi credo nella fisicità dei negozi.
Da Tiny Cars vengono molti appassionati, non comprano un biglietto del tram e fuggono via, tolgono il cappotto, si fermano, parlano di motori, di corse, anche dei loro problemi, qui si passa anche un po’ di tempo assieme, circondati da migliaia di fanalini che ci guardano da ogni scaffale o vetrina. Questo lo adoro.
Dal mio banco vedo arrivare le persone, chi magari di corsa, chi no, entrano, si guardano intorno, “novità?” è di solito la prima speranzosa richiesta, ed io sono orgoglioso quando posso elencare questa o quella, sapendo con esattezza millimetrica di far felice qualcuno: ci sono passato.
Il venerdì sera è l’appuntamento di gala.
Si mangia da Sasà, il gestore della pizzeria a fianco del negozio, tutti assieme, spesso anche due decine di persone.
Arrivano con ogni mezzo, non è una metafora, credetemi, le auto vere, ne so qualcosa, sono spesso i giocattoli più grandi e quando usarle se non il venerdì sera arrivando a comprar macchinine?
Si ammirano allora Mg, Porsche, sia moderne che d’epoca, Lawil, Rolls, moto, maggiolini, motorini, pattini e monopattini. Uno spasso, vi assicuro!
Nell’attesa della cena chi porta un “montato” fresco di aerografo, le critiche allora sono dietro l’angolo, chi mostra le foto dei figli, si scherza, si va e si torna dal tabaccaio, ed io partecipo, sì, batto scontrini, sono io ora il bottegaio, ma ne faccio anche parte, e sono io ora a ringraziare voi, ed a sperare di avervi sempre numerosi e desiderosi di sogni, qui da Tiny Cars. A presto!

23 comments

  1. Marco Douglas Scotti scrive:

    Rara competenza, in particolare per modellini obsoleti in scala 1/43 dal dopoguerra ad oggi; ottimo personaggio, con sensibilità non comune, colma un vuoto culturale nella nostra area metropolitana: GRANDE !!

  2. Peroz scrive:

    Grande persona , cordiale e affabile molto esperto in materia è un piacere colloquiare con lui è sempre un piacere passare in negozio anche solo per un saluto

  3. Marcello Storti scrive:

    Evviva, finalmente il dado è stato tratto. Un grande in bocca al lupo all’amico Enrico. Sicuramente si potrà trovare non tutto ma di tutto conoscendone la professionalità e la quantità riguardevole di contatti con tantissimi collezionisti.
    A presto.

  4. Kris. scrive:

    …peccato che non abito a Milano,sennò un salto l’avrei fatto molto volentieri. Auguri per questa nuova avventura.
    P.S.= Tratti anche scala H.0.? la mia preferita.

  5. Enzo Bologna scrive:

    Ciao Enrico.Sto guardando adesso il tuo sito.Non ho parole !!

  6. ALBERTO ONGARATO scrive:

    BRAVO ENRICO! NON BISOGNA MAI SMETTERE DI . . . . . SOGNARE!

  7. joseph scrive:

    complimenti per aver realizzato un bel sogno…….che io condivido moltissimo.continua così……………joseph

  8. lorenzo cominotto scrive:

    Ciao Enrico,abbiamo condiviso la Maestra Tarchetti alla “Leonardo”.
    Ti ricordo sempre intento a disegnare sagome di auto,eri bravissimo e velocissimo con il righello… ti ammiravo tantissimo. Oggi mi ha chiamato Tonino (Grillo) per dirmi dell’articolo sul Corriere, ti facciamo i complimenti e un grosso in bocca al lupo, presto veniamo a trovarti.

  9. davide scrive:

    Conosco questo “ragazzo” da quando, sedicenni, sognavamo le auto dei grandi ed il sogno si concretizzava con le auto dei piccoli.
    Ha sempre coltivato con amore e dedizione due cose, la passione per le macchine e le amicizie.
    Oggi, finalmente, vedo realizzare il suo sogno di sempre e come tutte le cose che fa Enrico, lo ha fatto con il cuore…. questo splendido ritrovo per appassionati ed amici.

  10. Antonino Lipari scrive:

    Ciao Enrico, complimenti per tutto e spero di poterti venire a trovare il più presto possibile.
    Grazie inoltre per avere realizzato qualcosa che mancava davvero nel depresso panorama modellistico milanese.Continua così.
    Un saluto, Tony.

  11. Massimiliano Marsico scrive:

    Leggendo con mia figlia il Guiness World Records, alla voce “La più grande collezione di modelli d’auto” è saltato fuori un numero strabiliante ed ho pensato ad un vecchio compagno di banco, con il quale condividevo le visite da Qui Quo Qua ed i modelli preziosi con i quali la lungimirante mamma premiava qualche bel risultato scolastico.
    Ricordo una favolosa Lincoln che mi è rimasta nel cuore, gli esperimenti per invecchiare qualche piccolo rottame, un’enorme passione e la capacità di un ragazzo di disegnare qualsiasi automobile con il cuore che non poteva non lasciare il segno.
    Caro Enrico, è stata una gioia ritrovarti immerso tra piccoli fanali, microscopiche antenne e gomme che sanno di buono e prometto di passare presto a trovarti nel tempio dell’1/43.

  12. giampiero scrive:

    da taranto a milano non è lontano…

  13. motociclante scrive:

    in bocca al lupo. oggi per vivere di queste attività ci va un gran coraggio.Quanta minichamps che vedo nelle foto. spero un giorno di venirvi a trovare

  14. Luca scrive:

    Complimenti vivissimi per questo impegno verso il modellismo..
    L’idea e la voglia non mancano.. il sito è ben strutturato ma per me che vivo in calabria diventa solo qualcosa da ammirare da lontano.. mi sarebbe piaciuto un listino anche fotografico da poter consultare e poter fare acquisti on-line.. ma forse non è lo spirito con cui nasce questo negozio o forse lo diventerà in futuro.. qua al sud questi negozi sono un miraggio!! la nostra salvezza è internet..
    In bocca al lupo!
    Luca

  15. luca frighi scrive:

    enrico il namber uan….

  16. Giuseppe scrive:

    Buongiorno
    Finalmente qualcuno che vive di ricordi, passioni e di strette di mano.
    Che bellissimo sito e che grande cuore, fai sognare i sognatori
    Complimenti

  17. luca frighi scrive:

    che dire…..entrare da tiny cars è sempre una gioia infinita, sembra di tornar bambini, Enrico un ragazzo dire gentile, disponibile, affettuoso e competente è poco. Ha una gran passione per le macchinine e ci trova sempre novità per sfamare la nostra insaziabile fame di macchinine, mia passione da bambino.

    Grazie Enrico

  18. Roberto scrive:

    Che bello leggere che ancora oggi ci sono queste realta’ dietro le quali ci sono persone vere, persone che lo fanno per passione e non solo per lucro.
    Complimenti per la vostra ottima ed immensa collezione.
    Mi sono avvicinato da poco in questo mondo, mi affascina sempre piu’…
    Peccato che siamo un po’ distanti…

    Roberto da Catania

  19. Mariella scrive:

    Spero un giorno di poterTi conoscere e visitare il Tuo meraviglioso negozio e mi partecerebb anche poter partecipare a una delle Vostre decantate cene del venerdì, chissà quanti consigli e spunti mi potreste dare !!!!
    Un caro saluto da una veterana del modellismo.

    Mariella

  20. DAMIANO scrive:

    Caro Enrico,
    leggendo la tua presentazione mi vien la pelle d’oca,siamo quasi coetanei (io 1965) e anchio da piccolo giocavo con tantissimi modellini sopra tutto Mebetoys e politoys, che puntualmente mi sto ricomprando. E’da molto tempo che voglio venire a trovarti e nel 2018 mi sono promesso di venire perchè anch’io come quelli della nostra generazione preferisco il contatto fisico con una bella stretta di mano che le mille faccine virtuali. A presto Damiano

  21. Alessandro scrive:

    Sincera e profonda ammirazione,
    Hai avuto amore, costanza, sei riuscito a trasformare un sogno nel tuo lavoro ed il tuo lavoro è il tuo sogno.
    Un esempio, per tanti, il tuo sorriso, soprattutto e le emozioni che inevitabilmente traspaiono, la gioia nel condividere momenti con amici e clienti e clienti che sono ormai diventati amici, io non penso che avresti potuto fare di meglio in questa vita, hai vinto tutto Enrico. Ti abbraccio. Ale Speciale di Firenze.

  22. genestous scrive:

    cia sono ammirato da questo negozio con tanta scelta ,spero un giormo di fare lo stesso in francia credo nei miei sogni cordialemente

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

COMPLETA IL CALCOLO PER INSERIRE IL MESSAGGIO *